Lavoro utile

efficienza_energetica-edifici
di Ermes Drigo*
Sono architetto e da sempre recupero immobili sopratutto abitazioni e da almeno 10 anni mi interesso di efficienza energetica per tappare negli edifici i famosi buchi del secchio prima di riempirlo di acqua come dice Maurizio Pallante. Da alcuni anni inoltre cerco, assieme ad altri, di liberare gli immobili e la nostra società dal petrolio facendo funzionare tutta l’abitazione ad energia elettrica consumando una quantità di energia pari perlomeno a quella prodotta dall’impianto fotovoltaico. Avete capito bene; siamo in grado di far funzionare una abitazione senza usare gasolio o gas, senza insomma usare petrolio grazie al sole. Sei sicuro che non serve portare la linea del gas mi fa preoccupata la mia committente Daniela; fidati gli dico. Da poco ho terminato l’abitazione di Daniela che per funzionare senza gas o gasolio e consumare 10, 70 kWh/mq*a ha avuto bisogno di tanti bravi artigiani, 13 imprese artigianali e di 5 studi professionali, tutti del posto per garantire nel tempo l’eventuale manutenzione.Continua a leggere…

Annunci

AGRICOLTURA URBANA E PAESAGGIO. ORTICOLTURA SOCIALE – SOCIALITA’ E SOSTENIBILITA’

agricolturapaesaggio
di Angelo Sofo
L’intento principale che ci prefiggiamo come cittadini aderenti all’Associazione Orto Sociale di Garbagnate Milanese è quello di rivitalizzare, rigenerare il territorio di Garbagnate Milanese. Il territorio del nostro comune, come del resto buona parte del territorio del Nord Milano, ha visto negli ultimi anni subire delle notevoli variazioni dal punto di vista urbano.
Da territorio con una precisa identità agricola (prevalentemente di tipo intensivo: coltivazioni di mais e foraggio) degli anni del dopoguerra, ne sono testimonianza le diverse corti presenti nel centro storico, durante il periodo degli anni 70 a causa del forte sviluppo industriale ( Alfa Romeo , Bayer, ecc. ) e del conseguente sviluppo urbano, ha via via perso questo carattere.
Il periodo storico che stiamo attraversando ci sottopone a sfide impegnative, non ultima l’emergenza ambientale, abbiamo un’occasione irripetibile e concreta per iniziare un processo di mutazione, ridefinendo bisogni, abitudini, attività in base a nuove condizioni.
Le questioni da affrontare sono evidenti, spaziano da necessità personali alimentari, di sussistenza economica ed energetica del singolo a problematiche via via di più ampio respiro quali quelle legate al paesaggio piuttosto che alla gestione dei rifiuti o alla scarsa sostenibilità degli attuali modelli di sviluppo e di consumo, alle emergenze sociali.Continua a leggere…